Bankitalia Per la prima volta una donna nel Direttorio

Per la prima volta una donna siede nel Direttorio della Banca d’Italia: è Anna Maria Tarantola, nominata ieri vicedirettore generale dal Consiglio superiore di via Nazionale. Dal ’71 in Banca d’Italia, Anna Maria Tarantola era fino a ieri direttore centrale per la Vigilanza bancaria, con importanti incarichi anche in sede internazionale. Sostituisce nel Direttorio il vicedirettore generale uscente, Antonio Finocchiaro, che sarà il nuovo presidente della Covip (l’autorità di vigilanza sui fondi pensione). Con la nomina di Anna Maria Tarantola, il Direttorio della banca centrale ritorna a pieni ranghi. Risolta la successione, il governatore Mario Draghi può adesso dedicarsi a una seconda questione molto importante: l’attuazione del decreto sulla ricapitalizzazione delle banche e, contemporaneamente, il nodo delle quote proprietarie dell’istituto. Draghi avrebbe incaricato gli uffici tecnici di palazzo Koch di effettuare un «esercizio» per valutare il valore delle quote, ora in mano alle banche. La legge sul risparmio prevedeva che il passaggio delle quote allo Stato dovesse avvenire entro la fine di quest’anno, ma i tempi si allungheranno: anche questo è un effetto imprevisto della crisi finanziaria.