Barça: Ibra infortunato, scatta l'allarme per il match cruciale contro l'Inter

In vista del cruciale scontro con l'Inter, il Barça rischia di non avere l'acquisto più caro di Laporta, dopo che l'attaccante svedese ha risentito in allenamento un dolore al muscolo ileotibiale. E il suo procuratore dice: «Potrebbe tornare all'Inter»

Siamo bravissimi a spostare l'attenzione su quanto fa più spettacolo, ma non sempre centriamo l'obiettivo.
L'Inter va a Barcellona a giocarsi una fetta di Champions ma chi rischia di più è proprio la squadra campione d'Europa che deve vincere, risultato indispensabile per guadagnarsi il primo posto del girone, ma anche per non doversi giocare tutto a Kiev il 9 dicembre quando l'Inter riceverà in casa i russi del Rubin Kazan.
Fuori Abidal giocherà Maxwell che ha dichiarato di amare l'Inter, immaginiamo cosa sarebbe successo da noi con una confessione del genere.
Ma per un ex nerazzurro che entra ce n'è un altro che rischia di starsene fuori: è allarme Ibra. In vista delle prossime cruciali partite con l'Inter in Champions e poi con il Real nella Liga, il Barça rischia di non avere l'acquisto più caro di Laporta dopo che l'attaccante svedese ha risentito in allenamento un dolore al muscolo ileotibiale. El Mundo Deportivo ha titolato in prima pagina «Peligra Ibra!», Pericolo Ibra.
Fonti del Barcellona hanno confermato che nell'allenamento di mercoledì il giocatore svedese ha risentito di un dolore alla coscia della gamba destra.
I medici lo hanno messo a riposo e lo sottoporranno ad esami per determinare l'entità del problema per decidere se lo svedese, che ha lasciato la sua nazionale come aveva promesse per dedicarsi anima e corpo al suo nuovo club, dovrà essere fermato.
Di sicuro salta il match di Liga spagnola con l'Athletic Bilbao, ma questo potrebbe avere solo il significato di far riposare il giocatore in vista dei due impegni più importanti. Il Barcellona riceve al Camp Nou l'Inter il 24 novembre, e cinque giorni dopo il Real nell'attesissimo 'Clasicò della Liga spagnola.
Ma su Ibra c'è di più, e avrebbe del clamoroso se a dichiararlo non fosse Mino Raiola, procuratore dello svedese: «Non escludo un ritorno in Italia di Ibra. Con Zlatan non si può escludere niente. Lui è un ragazzo onesto, ha sempre detto che non gioca in un club per tutta la sua carriera».
Ma dai.
Frasi che non faranno contenti tifosi e dirigenti del Barcellona che hanno acquistato Ibrahimovic da soli quattro mesi, ma che all'Inter conoscono a memoria. «Magari se si stanca del Barcellona un giorno è capace di tornare all'Inter», ha commentato Raiola.
Questo è il calcio che abbiamo voluto noi, questo è il calcio che ci dobbiamo prendere.
claudio.decarli@ilgiornale.it