Il Barça scopre la difesa imbattibile. E il Real vince 19 anni di malocchio

A Gijon (1-0, rete di Pedro), il Barça centra la quarta vittoria consecutiva senza prendere gol. Real Madrid vincente a La Coruña (3-1, doppio Benzema): non accadeva da 19 stagioni. Nella sfida per il terzo posto, Valencia ko a Siviglia. Cadono Villarreal, Atletico Madrid e Bilbao

SARACINESCA BLAUGRANA. Continua a non perdere colpi il Barcellona di Pep Guardiola, che dopo il ko in Coppa del Re contro il Siviglia non si è più fermato: nel 2010 un pareggio e quattro vittorie consecutive. Anche al Molinon di Gijon, contro lo Sporting, Valdez rimane imbattuto. Il gol di Pedro basta e avanza al Barcellona, che con l'1-0 sale a 52 punti, mantenendo le cinque lunghezze sul Real Madrid. Nel giorno in cui Messi incappa in una giornata di imprecisione e in cui Ibra conferma di essere in un periodo negativo, i catalani puntano ancora sulla difesa ermetica: non prendono gol dal 2 gennaio, rete di Fuster nell'1-1 con il Villarreal.
«MALDICION» SFATATA. Il Riazor di La Coruña non vedeva un trionfo blanco da 19 stagioni. Ci è voluto un grande Benzema per far tornare il Real Madrid con i tre punti dalla trasferta galiziana. Privo di Cristiano Ronaldo squalificato, con un Kakà ancora impreciso ma più incisivo del solito, il Real passa subito con Granero, per poi raddoppiare con Benzema, liberato da un colpo di tacco sontuoso di Guti. Partita addormentata fino all'80', quando Riki si guadagna e realizza il rigore del 2-1. Ci pensa ancora l'ex bomber del Lione a siglare la doppietta che vale il 3-1 definitivo per il Real.
GAME OVER VALENCIA. Abbandona invece completamente qualsiasi sogno di partecipare alla volata per il titolo il Valencia. Che anzi perde un'occasione d'oro per blindare il quarto posto. A Siviglia, una doppietta di Negredo abbatte Villa e compagni e permette agli andalusi di risalire al quinto posto, a soli tre punti dal Valencia. Nella corsa per l'Europa, oltre al Depor battuto dal Real, cade a sorpresa anche il Maiorca, battuto 2-1 sul campo dello Xerez ultimo in classifica. Passo falso anche dell'Athletic Bilbao, che in trasferta proprio non ingrana e incappa in un ko anche al Montjuic contro l'Espanyol. Solo 0-0 anche per il Getafe, che si porta a +1 sui baschi. Bene invece l'Osasuna di Camacho, che al Madrigal batte e raggiunge il Villarreal grazie a una doppietta dell'esterno Juanfran. Pesante la sconfitta interna dell'Atletico Madrid ad opera di un Malaga in risalita, mentre l'1-1 interno contro l'Almeria costa la panchina all'allenatore del Valladolid José Mendilibar: i Pucelanos sono infatti a un solo punto dalla zona retrocessione. La vittoria per 3-1 del Saragozza sul campo del Tenerife permette infine agli aragonesi di agguantare i diretti rivali al terzultimo posto, a quota 17, e di sperare ancora nella salvezza.