Baranzate Commando all’Esselunga, via con 40mila euro

Prima hanno isolato l'ingresso all'ampio parcheggio, poi hanno messo a segno un vero assalto alla cassa continua del supermercato: un’impresa che ai banditi ha fruttato un bottino di oltre 40mila euro. È successo domenica notte a Baranzate, dove alcuni malviventi sono penetrati all'interno dell'Esselunga, facendo esplodere il forziere del punto vendita e arraffando il ricco incasso del sabato.
Il commando è entrato in azione verso le 2. Dopo aver raggiunto l'obiettivo in via Milano, a ridosso della statale Varesina che congiunge Bollate con il capoluogo, una strada peraltro molto trafficata anche di notte, sono entrati nel vasto parcheggio che serve più centri commerciali e ne hanno interdetto le vie d'accesso a possibili disturbatori, bloccando con delle catene munite di lucchetti le sbarre metalliche precedentemente forzate. Subito dopo, utilizzando un’automobile come ariete, si sono lanciati contro le vetrate dell’esercizio, sfondandole e penetrando all'interno. Sapevano dove era collocata la cassaforte che custodiva l'incasso della serata e in pochi minuti, sfidando il sistema di allarme subito entrato in funzione, l'hanno saturata con il gas facendola esplodere. Dentro hanno trovato forse più di quanto avevano potuto immaginare: circa 40mila euro. Messo a segno il colpo sono risaliti sull'autovettura usata come ariete e si sono eclissati prima che sul posto giungessero gli uomini della vigilanza privata e i carabinieri. Oltre all'ammanco, il raid ha provocato all'Esselunga danni rilevanti alla struttura. Sull'episodio indagano i militari di Rho; non si esclude che il colpo possa essersi avvalso della collaborazione di qualche basista.