Barbara, la «tifosa» azzurra che conquista la Bbc

Una studentessa genovese ha raccontato ai microfoni della tv inglese le motivazioni che animano i giovani attivisti di Forza Italia

Fabrizio Graffione

È bionda, alta 167 centimetri, occhioni neri, 25 anni, frequenta l’ultimo anno di giurisprudenza, e ha un sorriso che non nasconde il suo forte entusiasmo per Silvio Berlusconi. Ieri pomeriggio, prima dell'arrivo del Cavaliere al Carlo Felice, è stata lei la protagonista della giornata genovese di Forza Italia. Una rigorosa camicia azzurra, pantaloni e scarpe nere, la spilla di Forza Italia che spicca sulla giacchetta, la studentessa è stata la «star» della BBC inglese. La tv d'Oltremanica ha inviato da Roma la giornalista Patricia Partee per raccontare ai britannici la giornata tipo di una giovane che vota Berlusconi. Barbara è stata scelta anche per la sua militanza come consigliere di circoscrizione di Sampierdarena. Puntualissimi, alle 15, la troupe di BBC news suona al campanello dell'appartamento di via Avio a Sampierdarena. Passa una decina di minuti. L'intervista, di circa mezz'ora, comincia. A fianco di Barbara c'è la famiglia al completo, il padre Gianpaolo, la mamma Silvana, le nonne Carla e Rina, quasi novantenni. Una famiglia normale, di medio ceto sociale. Tutti a tifare per Silvio. Nell'ordinato salotto di casa sullo sfondo c'è il piccolo schermo che proietta le immagini di un comizio con l'inno di Forza Italia. Domande in inglese. Risposte in italiano.
Perché le piace Berlusconi?
«È un grande ottimista, carismatico, concreto, piace molto ai giovani».
Quali riforme ha fatto e quali le sono piaciute?
«L'attività di governo è stata molto buona. Ha lavorato quattro anni e mezzo ininterrottamente varando 1700 provvedimenti. Un record. Gran parte dei risultati, ovviamente, si vedranno nei prossimi mesi e anni. Mi è piaciuta la riforma Moratti per la scuola e l'università».
Gli italiani si lamentano di non arrivare a fine mese. Cosa ne pensa della riforma delle tasse?
«Le pensioni minime sono aumentate e le famiglie fanno meno fatica rispetto a quando c'era il governo Prodi che ha lasciato i conti in disastro e un debito spaventoso. Anche qui nel prossimo mandato si vedranno i risultati delle riforme di Berlusconi».
E i provvedimenti sul sociale?
«Sono stati fatti molti provvedimenti per i disoccupati e pensionati».
I microfoni si spengono. Tutti in taxi al Carlo Felice.