Barbareschi in lotta contro gli abusi e gli orchi «virtuali»

L’ex deputato finiano Luca Barbareschi benedice la giornata contro la pedopornografia, giunta quest’anno alla terza edizione. Un suo cavallo di battaglia visto che l’onorevole-artista subì abusi sessuali quando era ragazzino. Con la sua «Fondazione Luca Barbareschi» è il promotore degli eventi volti a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema. E oggi, nei giardini del Quirinale, ci saranno trampolieri, esibizioni artistiche, letture di racconti e clown. Il fine: sdrammatizzare il problema senza sottovalutarlo e, anzi, mettere in guardia tutti del rischio del web: in media vengono segnalati 18mila nuovi siti pedopornografici l’anno; quest’anno, nel primo quadrimestre, si contano già 11mila nuove pagine. Un rischio amplificato dal fatto che ora i social network rappresentano un nuovo e micidiale mezzo di adescamento.