In barca a vela per l’aperitivo: la nuova moda di Corso Italia

Tre ore di navigazione con stuzzichini e doppio brindisi per tutte le tasche

Quanti possono permettersi un aperitivo in barca dopo il lavoro, con tuffo al largo e buona compagnia per circa tre ore? Tutti da quando l’idea è venuta a Angelo Carlomagno, instancabile pensatore e «fabbricatore» di divertimento che per questa estate infuocata ha inventato per tutti quelli che passano dalle parti di Corso Italia «l’AperiVela». Così dal martedì al giovedì tutte le settimane, con partenza alle 19,15 (sennò che aperitivo è ?) dal «Muccabar» o dall’Expo, a 25 euro, la minicrociera prevede 3 ore di relax, navigazione, bagno ed aperitivo. «L'idea dell'AperiVela mi è venuta guardando il mare. Se l'avessero a Milano, lo frequenterebbero di più. Noi genovesi alle volte siamo tirchi anche di sogni. Andare per mare a vela significa tante cose. Fondamentalmente, molte riconducibili alla necessità di riconciliare corpo e spirito - dice Angelo -. Poche ore a vela sono sufficienti per dimenticare lo stress lavorativo e gli affanni della vita quotidiana. Per dilatare il senso di condivisione tra le persone». Riviera Vento, Scuola di Vela e di Mare, affiliata UISP guidano i navigatori-aperitivisti nei primi rudimenti marinareschi. «Il Muccabar, fornisce abbondanti (lui giura...) delizie in degustazione, drinks, e su prenotazione anche la cena a bordo. Con l'AperiVela si possono anche festeggiare compleanni in modo originale. È possibile affiancare più imbarcazioni, in caso di numerosi partecipanti». I venerdì e i sabato, da questo fine luglio in poi per tutto agosto, l'AperiVela è disponibile per una settimana o per un week end delle affascinanti coste della Provenza, dalla magica rada di Agay, al promontorio di St.Tropez, fino alle isole di Port Cros e Porquerolles. E un fine settimana costa a testa 180 euro. Per info e prenotazioni Angelo è al 339-5715534.