Barcellona, ancora 110mila utenti senza corrente

Tornano a circolare normalmente le metropolitane, ma sono ancora molte le persone costrette al buio da ieri mattina, quando un cavo dell'alta tensione è caduto su una linea della rete elettrica provocando un prolungato blackout

Barcellona - Ancora 110mila persone al buio. Barcellona fa fatica a riprendersi dal black out che ieri mattina ha lasciato la maggior parte della capitale catalana senza energia elettrica. Le linee della metropolitana hanno ripreso a funzionare normalmente, così come alcuni dei semafori rimasti inattivi, ma ancora non tutti gli utenti possono accendere la luce. E gli ospedali Clinic e Sant Pau - i più importanti della città - continuano a utilizzare i gruppi elettrogeni.

Nel pomeriggio il ritorno alla normalità Secondo il municipio della Ciudad Condal, la situazione dovrebbe tornare alla normalità nel pomeriggio, almeno per quel che riguarda gli utenti collegati a una delle due sottostazioni ancora guaste, quella situata nel Carrer Urgell; per gli altri - circa 80mila persone - potrebbero volerci ancora dei giorni.

Le cause del blackout Secondo gli esperti della Red electrica espanola, la società che gestisce la griglia di distribuzione, a causare il blackout è stato un cavo dell’alta tensione caduto su una linea di rete a 220 volt: questo ha provocato una serie di malfunzionamenti a cascata che ha interessato quattro sottostazioni elettriche cittadine rimaste sconnesse dalla rete. Una di queste si è poi incendiata per cause ancora da verificare: secondo le stime della compagnia elettrica proprietaria degli impianti, la Fecsa-Endesa, la rete ha cessato di distribuire una quantità di energia pari a circa 700 Mw.