Barche, pesca, immersioni: alla Fiera di Roma tutto il mare dà spettacolo

La consuetudine vuole che il meglio lo si riservi per il bis. Lo conferma «Big blu. Rome sea expo», il grande salone dedicato a nautica, ambiente e subacquea che per il secondo anno si svolge all’interno del nuovo spazio fieristico sulla via Portuense.
Sulla scia del successo riscosso dalla scorsa edizione, gli organizzatori hanno deciso di fare le cose in grande: sono ben dodici i padiglioni che fino a lunedì 3 marzo, su un’area complessiva di 120mila metri quadri, permetteranno al grande pubblico di scoprire le novità del settore, toccare con mano imbarcazioni di ogni taglia, ma anche conoscere meglio i segreti del mondo sommerso, i diversi aspetti dell’ecologia e del turismo sostenibile. Il tutto accompagnato da una forte vocazione all’intrattenimento riservato ai più piccoli e all’approfondimento, visto il fitto calendario di convegni ed eventi collaterali che faranno da cornice all’esposizione vera e propria.
Inaugurata ieri mattina con la solenne cerimonia dell’alzabandiera a cura delle Capitanerie di Porto, della Guardia Costiera e della banda centrale della Marina Militare, con tanto di picchetto d’onore, la manifestazione è divisa in cinque macroaree tematiche. La più vasta è Boat show, che al suo interno ospita 700 barche a vela e a motore, circondate da banche, leasing nautici, assicurazioni, stampa di settore, case di produzione di motori entrobordo e uno spazio istituzionale dedicato a porti e marine. Poco distante c’è Gommoshow, salone organizzato dalla società Evento dinamico, che si pone al primo posto al mondo per rappresentanza di numero di cantieri, battelli pneumatici e della nautica da diporto esposti, in totale oltre 450. Si va dal piccolo canotto a remi fino ai gommoni di oltre diciotto metri di lunghezza completamente equipaggiati.
Ha invece un respiro europeo Eudishow, sedicesimo salone continentale delle attività subacquee che torna a Roma per dare ampio risalto alla salvaguardia dell’ambiente, missione questa condivisa con Parklife 2008, appuntamento da non perdere per gli amanti della natura a 360 gradi. Delle due iniziative la prima si configura come una vera e propria fiera della subacquea, che punta forte sul settore turistico: sono presenti infatti i rappresentanti di enti italiani e stranieri, oltre a diving mediterranei e tropicali. Non mancano naturalmente le chicche per i maniaci dell’immersione, come quella proposta dall’Ata, che produce uno scooter subacqueo per l’esplorazione in grotta fino a 150 metri di profondità o la Oceanreef che propone una sorta di tuta per cellulari, la quale consente di telefonare persino sott’acqua, a quanto pare con un’ottima ricezione. «Parklife» si rivolge invece ai bambini, a cui sono dedicati laboratori e mostre, spettacoli di maghi e burattini, prove di disegno e cucina, uniti a incontri sul mondo dei parchi nazionali e delle aree protette.
Da ultimo, non certo per ordine d’importanza, c’è Mare in Italy, la sezione riservata agli attrezzi da pesca che abbina conoscenze e sapori, degustazioni ittiche e vere e proprie «lezioni di freschezza» riservate agli studenti delle scuole elementari e medie, ai quali verrà insegnato come riconoscere un prodotto appena pescato.
E questo pare essere solo l’inizio: sulla scia di iniziative di successo come il «Big Blu», infatti, la Fiera di Roma punta a espandersi ulteriormente nell’immediato futuro. Ad annunciarlo nel corso dell'inaugurazione è stato lo stesso presidente Roberto Bosi, che ha anticipato la costruzione di altri 70mila metri quadrati di spazi espositivi già a partire dall’inizio del prossimo anno.
Big blu, Nuova Fiera di Roma (via Portuense, 1555), fino al 3 marzo tutti i giorni dalle 10 alle 20 (Eudishow e Parklife lunedì solo fino alle15). Biglietto intero 9 euro, ridotto 7 euro, gratis bambini e ragazzi fino a 14 anni.