Barclays crolla a Londra

I timori relativi ai consumi e alla crisi del credito tornano a condizionare l’andamento dei mercati finanziari. Alla Borsa di New York (a un’ora dalla chiusura -1,19% il Dow Jones e -1,13% il Nasdaq) tonfo di Wal-Mart che ha tagliato gli obiettivi 2007. Male anche Home Depot. Dopo un avvio sostanzialmente positivo l’Europa ha tirato il freno. A Parigi, giù dell’1,63%, hanno pesato in particolare le banche Société Générale (-4,59%), Bnp Paribas (-3,48%) e Crédit Agricole (-2,67%). Londra ha ceduto l’1,21% penalizzata dal crollo di Barclays (-3,26%) e da quello del petrolifero Bhp, giù del 3,71%. Il calo minore è stato accusato da Francoforte che ha limitato le perdite allo 0,66% grazie ad automobilistici e all’industria (Man +1,85% e Tyssen Group +2,22%).