Barclays in evidenza a Londra

In fine settimana l’iniziativa è ritornata a New York, con scambi intensi, in vista della giornata festiva di lunedì. La creazione di nuovi posti di lavoro negli Usa e la possibile conferma della pausa nel rialzo dei tassi hanno incentivato la domanda, specie sui farmaceutici, con Bristol Myers in crescita del 5,6%, grazie alla sentenza del giudice avversa a un concorrente nella vendita di un farmaco. Bene Lockheed Martin (più 2,1%) dopo l’aggiudicazione di una commessa dalla Nasa. In calo Broadcom (meno 3,3%). Finale in positivo per le piazze europee, con Londra che realizza la migliore performance (più 0,9%), grazie a un recupero dei titoli minerari; avanzano i bancari come Barclays (più 1,7%) e Royal bank of Scotland (più 0,9%). I titoli del turismo brillano a Francoforte, con Tui in vantaggio del 2,4%, ma restano negativi i chimici: Bayer è scesa di oltre l’1%. Impennata a Stoccolma del titolo Capio (più 31%), dopo l’offerta ostile lanciata da alcuni fondi speculativi.