Barclays fuori dai giochi Bofa ancora in partita

Barclays, la terza banca britannica, si sarebbe fatta da parte nelle trattative per rilevare tutta o una parte di Lehman Brothers, la quarta banca di investimenti americana sull’orlo del collasso a causa della crisi del credito. Lo rivela l’emittente televisiva «Bloomberg», secondo cui invece Bank of America (Bofa) sarebbe ancora della partita. Secondo «Bloomberg», Barclays non sarebbe riuscita a raggiungere un accordo sulle garanzie che dovrebbero metterla al riparo da future possibili perdite. Da sabato i rappresentanti del governo americano e gli amministratori delegati dei colossi bancari americani ed europei sono al tavolo delle trattative per trovare una soluzione che porti Lehman fuori dalla crisi. Uno scenario che era apparso possibile, prevedeva che la britannica Barclays o il colosso bancario americano Bank of America acquistassero gli asset più solidi, mentre quelli che versano in condizioni peggiori avrebbero dovuto essere gestiti da un’altra banca, con l’aiuto di altri istituti, per evitare che queste attività nocive vadano a danneggiare asset simili detenuti da altre società.