Barilla ottiene dalle banche 1,7 miliardi per rifinanziarsi

Barilla Holding ha firmato un finanziamento bancario sindacato di 1,75 miliardi. L’operazione, originariamente prevista per un importo pari a 1,5 miliardi, si è conclusa - si legge in un comunicato - con una «rilevante sovra-sindacazione» e per questo Barilla «ha ritenuto opportuno» incrementare a 1,75 miliardi l’importo dell’operazione. L’obiettivo è assicurare al gruppo le risorse necessarie per rifinanziare i prestiti in scadenza e sostenere gli investimenti. Il sindacato è composto da un totale di 18 banche italiane e internazionali, con in regia Bnp Paribas, Citi, Royal Bank of Scotland e Unicredit-Hvb (mentre Rothschild ha affiancato Barilla nel ruolo di advisor finanziario). «Il successo di questa operazione è un forte segnale di fiducia della comunità finanziaria nei confronti del nostro gruppo - ha commentato Guido Barilla, presidente dell’omonimo gruppo - questo finanziamento ci metterà a disposizione tutti i mezzi finanziari necessari allo sviluppo e alla crescita dei prossimi anni».