Barzelletta su Giuseppe e Maria E i frati e le suore se la ridono

È vero che una barzelletta in chiesa è un inedito anche per uno avvezzo alle battute come il Cavaliere. Ma ancor più inedito è vedere una decina di frati francescani sghignazzare divertiti in compagnia di due anziane suore che alla fine riescono pure a strappare - senza nascondere una certa soddisfazione - una foto con il premier. Già, perché dopo l'incontro con Abu Mazen il Cavaliere si concede una visita nella grotta dove la tradizione dice sia nato Gesù. E dopo lunghe disquisizioni sull'architettura delle due chiese che costituiscono la Basilica, arriva immancabile la barzelletta. Ovviamente a tema. «Giuseppe vede Maria molto preoccupata e le chiede perché. “Lascia stare”, risponde lei. Ma lui insiste: “Dimmi cos'hai”. “Ormai è fatta, lascia stare”, ripete però Maria. “Ma su, dimmi cosa ti preoccupa”. “Ma niente, speravo che fosse una femminuccia...”».
E che sia un Berlusconi di buon umore lo si capisce anche dalle battute con i turisti. Tanto che quando una coppia di giovani sposi gli chiede di fare una foto si mette tra loro senza esitazione: «Io faccio la parte di Gesù bambino». Risate dei frati, strette di mano anche ai molti preti ortodossi che incontra e poi un consiglio commerciale ai francescani: «Dovete farvi pagare una percentuale sugli ingressi».
AdSig