Baseball azzurro senza Giochi

Disastro azzurro anche nel baseball. La squadra di Faraone, dopo aver perso martedì contro la Spagna, ha aperto il mercoledì nero delle nazionali italiane con un inutile successo sulla Russia (7-2): la successiva vittoria della Gran Bretagna sull’Ucraina sanciva infatti la definitiva eliminazione di Dallospedale e compagni dalla fase finale dell’europeo. Tracollo che significa il peggior piazzamento della storia azzurra ai campionati continentali (il minimo precedente era stato il 5° posto del 2003), ma soprattutto l’esclusione dalle Olimpiadi di Pechino e persino dai mondiali 2009.
Una spedizione disastrosa se si pensa che questa nazionale comprendeva comunque un’ossatura di oriundi (15 su 24!) provenienti da scuole qualificate come Usa, Repubblica Dominicana e Venezuela. Un risultato che adesso scatenerà sicuramente un mare di polemiche, che probabilmente rappresenterà il capolinea del ct Giampiero Faraone ma che dovrà rimettere in gioco anche tutta la politica della federbaseball, considerando che questo sport dopo Pechino verrà addirittura escluso dal panorama dei Giochi. E l’Italia ne è stata buttata fuori con quattro anni di anticipo.
Alla luce di questo risultato diventa difficile da giustificare anche la nazionale tutta fatta di paisà inviata lo scorso anno ai mondiali professionistici: di tutti quegli americani camuffati, infatti, nemmeno uno si è degnato di venire a darci una mano in questo Europeo per andare a Pechino. Che sia il caso di rivedere tutto?