Baseball: disastro azzurro all'Intercontinentale. L'Olanda ci travolge

Comincia malissimo l'avventura della nazionale di baseball alla coppa Intercontinentale in svolgimento a Taiwan: glio azzurri di Mazzieri sono stati travolti 10-0 dall'Olanda che si è presa la rivincitra della sconfitta subita nell'ultima finale europea

Comincia malissimo l'avventura italiana nell'ultima edizione della Coppa Intercontinentale, manifestazione ormai relegata a cenerentola del baseball internazionale e giunta inevitabilmente al capolinea con questo torneo organizzato a Taiwan. Gli azzurri freschi campioni d'Europa subiscono la dura rivincita da parte dell'Olanda, sconfitta lo scorso luglio a Stoccarda nella finale continentale, e cedono nettamente per 10-0. Il lanciatore italiano Cooper parte male, il suo rilievo Maestri non riesce a porre rimedio e dopo 2 riprese gli azzurri hanno già 8 punti da recuperare. La rimonta per altro non inizia nemmeno e la gara si chiude inevitabilmente dopo 7 riprese.
Un secondo inning da incubo, insomma, pregiudica la partita di debutto degli azzurri. In cifre, questa è la sintesi: 11 battitori nel box, 8 valide subite (tra cui un triplo e un fuoricampo) e un totale di 8 punti a casa base. Il partente azzurro Cooper non è riuscito ad ottenere nemmeno un eliminato (3 valide ed una base), ma il suo rilievo Maestri, dopo aver eliminato i primi 2 battitori affrontati, è stato punito non meno duramente da 4 valide consecutive, culminate nel lungo fuoricampo del prima base Curt Smith.
Con questi presupposti, l'Olanda ha avuto vita relativamente facile a piegare (10-0 in 7 riprese) l'Italia nell'enorme (e certo non affollato) stadio di Dou Liou. I numeri parlano chiaro anche nella sintesi finale: gli olandesi hanno battuto 14 valide contro 3.
Per il monte azzurro non era giornata. L'ingresso di Panerati al terzo è stato accolto da un fuoricampo di Legito. Il grossetano dei Cincinnati Reds ha concesso 5 valide in 2 riprese, prima di lasciare il posto a Bavera. Contro l'italo venezuelano e il quinto lanciatore italiano D'Amico l'Olanda non ha poi ottenuto altri punti.
In attacco l'Italia non ha ottenuto nulla (solo un doppio di Chiarini) contro il partente olandese Stuijfbergen, che ha lanciato con velocità rispettabile e ottimo controllo. Contro il rilievo Yintema gli azzurri hanno colpito per la prima volta (quinto attacco) 2 valide consecutive (Angrisano e Chapelli), ma sul secondo singolo Chiarini è stato eliminato a casa base dalla puntuale assistenza di Daantji. E la partita è praticamente finita lì. Domani contro la Thailandia c'è spazio per riprendersi.