Baseball: l'Italia non si ferma più. Battuta la Corea campione olimpico

Un altro incredibile successo azzurro alla coppa Intercontinentale di baseball: gli azzurri di Mazzieri, dopo il Giappone, hanno battuto anche i campioni olimpici della Corea del Sud. Oggi affrontiamo Taiwan e adesso sogniamo una medaglia

L'Italia del baseball fa sul serio. Dopo il Giappone, gli azzurri hanno messo sotto alla coppa Intercontinentale un'altra grande asiatica, niente meno che i campioni olimpici della Corea del Sud. Al termine di una partita senza sbavature, gli azzurri battono i coreani 5-2 e possono adesso aspirare auna medaglia decisamente inimmaginabile al via di questa competizione. E tanto meno dopo il tremendo ko della prima giornata contro l'Olanda.
Dell'Italia vista in campo oggi ha impressionato l'attitudine alla battuta. Non a caso gli azzurri hanno collezionato 5 basi ball contro pitcher piuttosto controllatri e hanno segnato 3 dei 5 punti con situazione di 2 out. In generale, la nazionale ha giocato benissimo, con una difesa capace di sorreggere i lanciatori con grande sicurezza. In diamante il debuttante Vaglio si muove come un veterano a fianco degli impeccabili Infante e Granato e Sambucci garantisce sicurezza. La linea degli esterni, con Chiarini che regala una presa spettacolare a partita, non perde un colpo.
Il lanciatore azzurro, l'italoamericano Chris Cooper, sembra inizialmente in difficoltà. Concede 2 valide sia al primo che al secondo attacco coreano, ma alla fine se la cava subendo un solo punto, segnato dal seconda base Kyoung Min Hor. L'Italia inizia comunque bene contro il partente asiatico Tae Soo Choo. Con un out al primo, Infante guadagna 4 ball e Chiarini batte valido. Dopo la seconda eliminazione, Angrisano viene colpito e un singolo di Chapelli spinge a casa 2 punti italiani.
Il pareggio coreano arriva al settimo. Contro il rilievo Cicatello, il designato asiatico Jae Hwan Kim apre con un doppio. Il bunt del catcher Ji Young Lee lo porta in seconda e la volata di sacrificio dell'interbase Joo Hwan Chooi (ottenuta contro D'Amico) lo spinge a casa.
La reazione azzurra non si fa comunque attendere. Al cambio campo Sambucci guadagna la base e avanza in seconda su lancio pazzo. Al suo posto entra a correre Mazzuca , che avanza in terza sul bunt di Vaglio e segna sull'errore di tiro che costa al pitcher Seong la sostituzione. Il rilievo Jun Yuk Im passa in base Zileri. Poi, con 2 out, è il singolo di Chiarini a valere il 4-2. E nell'inning successivo Angrisano arrotonda il punteggio su una valida del giovane Vaglio.
Oggi l'Italia sfida un'altra asiatica, i padrini di casa di Taiwan, per un fantastico "triplete".