Baseball Nel derby delle milanesi, 14 latino-americani in campo

Un derby di baseball a ritmo di salsa e merengue. Con una schiera di giocatori latino-americani, ben 14, pronti a scendere in campo. Oggi il Comunale di Bollate vivrà la prima stracittadina della stagione: un doppio confronto (ore 15.30 e 20.30) tra i padroni di casa del Coil ed il Milano Senago United, in quello che si prefigura come il derby più latino da 40 anni ad oggi. In diamante, si parlerà tutt'altro che dialetto milanese. Sette i giocatori latinoamericani per parte. A cominciare dai cubani, i maestri della "pelota", come Conrado Silva ed Ernesto Wong, guidati da Lazaro Castro e Jesus Salgado, manager e coach dello United. Sull'altra sponda il terza base Joan Hernandez. Non mancano i venezuelani, con Henry Brito "mazza caliente" del Bollate, mentre il compagno Juan Paulo Candotti è l'uomo dai lanci maligni. Poi i fratelli Diego e Freddy Guadagnino, ma anche Rogelio Maldonado, "jolly" prezioso dello United. Idem per Clemente Alvarez, 13 stagioni in Usa, oggi nello staff tecnico United.
Poi i dominicani, due per parte: l'esperto Francisco Fernandez ed il 24enne Josè Mejia, contro Anderson Diaz Castro e Reinis Martinez. Il Bollate si affida al lanciatore colombiano Alvaro Montez, mentre lo United scommette sugli italo-argentini Lisandro Corba e Mariano Drago, quest'ultimo in gran spolvero in battuta. Senza dimenticare che alla guida del Bollate c’è Vincenzo "Vic" Luciani, una leggenda del baseball azzurro che lasciò Cellino di Teramo per emigrare con la famiglia in Venezuela.