Basket: Scariolo nuovo ct della Spagna campione del mondo

C'è un'Italia che piace molto all'estero ed è quella dei nostri tecnici: la nazionale iberica di basket si è affidata all'allenatore bresciano che aveva già vinto due titoli con Real Madrd e Malaga. Il presidente del Coni Petrucci: «Dimostra la bontà della nostra scuola»

L'Italia che piace è anche quella dei tecnici italiani di tutti gli sport inseguiti da club e nazionali straniere. L'ultimo ad approdare su una prestigiosa panchina all'estero è Sergio Scariolo, nominato ieri ct della Spagna di basket, una nazionale di primissimo piano, campione del mondo in carica nonchè vicecampione olimpica ed europea. Il tecnico italiano, che raccoglie la pesante eredità di Aito Garcia Reneses, la guiderà dagli Euriopei di quest'anno in Polonia fino alle Olimpiadi di Londra 2012 passando attraverso i Mondiali del 2010 in Turchia. Un incarico di prestigio per un tecnico che attualmente guida la formazione russa del Khimki, ma che ha già lavorato molto e bene in Spagna alla guida del tau Vitoria, del Real Madrid e dell'Unicaja Malaga. La federbasket di Madrid e la società russa si sono accordate in modo di consentire a Scariolo di gestire entrambi gli incarichi, attraverso uno stretto rapporto di collaborazione. Bresciano, 48 anni, laureato in Diritto, tecnico professionista dal 1980, Scariolo è cresciuto sulle panchine di Brescia e soprattutto di Pesaro, dove ha conquistato lo scudetto nel 1990. Passa poi da Desio e dalla Fortitudo Bologna, prima di approdare in Spagna dove vince altri due campionati, uno col Real e uno con il Malaga. La Spagna, d'altra parte, è diventata la sua nazione adottiva avendo sposato Blanca Ares, una delle più forti cestiste della storia del basket spagnolo, ed avendo preso casa a Marbella da 12 anni a questa parte. In terra iberica è molto apprezzato anche per essere un grande tifoso di calcio, con in tasca la tessera del Real Madrid. Ma piace molto anche il suo impegno sociale attraverso la Fondazione Cesare Scariolo, intitolata al padre del tecnico morto quando lui aveva solo dieci anni, e impegnata a sostenere i bambini leucemici. Un incarico, quello di Scariolo, apprezzato subito dal presidente del Coni Petrucci: «Sergio è uno di quei tecnici di punta che onorano il basket italiano a livello mondiale. E, come Messina e Recalcati, dimostra il valore della scuola della nostra pallacanestro». Scariolo segue le orme di un altro italiano che in tempi recenti ha allenato una nazionale spagnola: Andrea Anastasi, l'attuale ct del volley azzurro, ha infatti guidato le Furie rosse a un inatteso titolo europeo della pallavolo nel 2007.