Basket, la Tiber a rischio-sfratto

«Una società sportiva che dal 1967 opera in un territorio molto difficile e contraddittorio come quello del IV Municipio, che oltre ad essere un punto d’incontro certo per gli oltre 200 ragazzi che la frequentano, ha contribuito a fare la storia del basket romano con una società importante, la Tiber Basket. Ora tutto questo è a rischio a causa dello sfratto che l’Ater, proprietaria del terreno di via Clelia Bestini Attilj, è intenzionata a esigere». È quanto dichiarano in una nota congiunta Enzo Foschi, vicepresidente della commissione Sport della Regione, e Marco Palumbo, vicepresidente del Municipio IV, che aggiungono di aver inviato una lettera al presidente dell’Ater Luca Petrucci «affinché sia fissato al più presto un incontro tra la Tiber, l’Ater, il Municipio e il Comune». «Ritengo - conclude Foschi - che vada trovata una soluzione e che si avviino finalmente adeguate trattative al fine di definire le modalità per il passaggio di proprietà di tutti gli impianti sportivi dell’Ater sul territorio della Capitale nelle mani del Comune».