Basso e Rasetto Per il Pd è «proposta indecente»

Arriva immediata la replica del Pd all’idea di Gadolla su Roberta Pinotti candidato sindaco di Genova. Ed è una bocciatura in piena regola: «Sono del tutto inaccettabili sia il tono, sia le espressioni del coordinatore genovese del Fli nei confronti del sindaco che è figura istituzionale e persona per bene che merita rispetto» dichiarano il segretario ligure dei democratici Lorenzo Basso e l’omologo genovese Victor Rasetto. Che aggiungono: «Non esiste nessuna apertura locale al Fli. sul piano nazionale, si è semplicemente ribadita la posizione del Pd di ritenere possibile un governo di transizione aperto a tutte le forze presenti tra le opposizioni parlamentari». Per quanto riguarda Genova, invece, «la situazione è molto diversa - ribadiscono Basso e Rasetto - in quanto al Comune governa un’alleanza di centrosinistra sulla base di un programma di centrosinistra votato dalla maggioranza dei genovesi; quanto ai prossimi appuntamenti elettorali, la strada da percorrere rimane quella della necessaria condivisione programmatica fondata su un’alleanza che si riconosce nelle priorità individuate e non su candidature frutto di fantasiose ricostruzioni giornalistiche». Come dire: «Proposta indecente».