Bassotti e setter in passerella Tremila Fido sfilano per lo scettro del più bello

Oggi a Fieramilanocity selezione finale dell’Esposizione internazionale canina: 227 le razze che concorrono

Il ring è pronto. Con la moquette rossa, la staccionata bianca e la fila di giurati ai bordi del campo. Il primo a entrare è un piccolo esemplare di bassotto. Orecchie lunghe e zampe cortissime in proporzione al corpo. Ma lui non ha complessi di inferiorità. Accompagnato dal suo padrone, si fa largo fra la folla con aria altezzosa sicuro di dire la sua: in palio c’è il titolo di cane più bello e la possibilità di rappresentare l’Italia al Crufts 2009, ovvero la più prestigiosa esposizione canina del mondo che si tiene ogni anno a Birmingham, in Gran Bretagna.
Il piccolo bassotto è solo uno dei tremila amici a quattro zampe - in rappresentanza di 227 razze - in passerella nella 43ª Esposizione internazionale di Milano, che si conclude oggi a Fieramilanocity. L’invasione canina è cominciata ieri mattina, con le prime gare eliminatorie nei padiglioni otto e dieci del polo fieristico. Labrador, pastori maremmani, setter e yorkshire - solo per citarne alcuni - si sono «dati battaglia» per superare le prime selezioni e approdare alle finali. Questo pomeriggio si conoscerà, infatti, il nome del vincitore accreditato in Inghilterra.
Accanto alle razze più conosciute sfilano anche esemplari più originali, come i weimaraner - i cani riprodotti in molte statue nelle ville tedesche del Settecento - i molossi - comparsi in Asia migliaia di anni prima di Cristo - e i piccoli Carlini.
Come si suol dire, però, l’estetica non è tutto. Così i piccoli amici a quattro zampe hanno anche la possibilità di dimostrare tutto il proprio valore. Con le gare di agility, fra slalom, salti mozzafiato e ostacoli da superare. Qui il pedigree conta poco, e così fra tanti esemplari di razza spuntano simpatici meticci dalla notevole «prestanza» fisica. Che si prendono una piccola rivincita sui cugini più blasonati, accompagnati dagli applausi del pubblico. Sono tanti gli appassionati che ogni anno partecipano alla kermesse milanese: circa 25mila i visitatori presenti nelle diverse edizioni. E alcune iniziative sono pensate proprio per loro.
Diverse aree dei padiglioni ospitano, infatti, alcuni stand che espongono accessori e prodotti pensati per la salute e la bellezza dei cuccioli di casa. Inoltre, sono presenti alcuni spazi per quanti vogliono avvicinarsi al mondo canino in modo «consapevole». Qui alcuni esperti spiegano le caratteristiche delle diverse razze, offrendo a chiunque abbia intenzione di adottare un piccolo amico, la possibilità di scegliere l’esemplare che per indole e caratteristiche morfologiche meglio si adatta alle proprie esigenze. Inoltre, sono previsti momenti per i più piccoli, che potranno sfilare con i loro cagnolini e cimentarsi in un concorso di disegno.
«L’obiettivo della manifestazione - spiega Giorgio Vesprini, in rappresentanza di Purina - è contribuire alla valorizzazione dell’allevamento italiano e della cultura cinofila e di sensibilizzare il pubblico sull’importanza del ruolo degli animali domestici e della creazione di una profonda relazione con loro».