Basta un 5 in pagella e addio maturità

Basterà un cinque in una qualsiasi materia per non essere ammessi all’esame di maturità. Il nuovo regolamento sulla valutazione nelle scuole di ogni ordine e grado, varato la scorsa settimana dal Consiglio dei ministri, ha chiarito tutti i dubbi sulle novità introdotte dal ministro Mariastella Gelmini. Tra l’altro, resterà determinante ai fini della bocciatura il voto in condotta insufficiente, indipendentemente dal profitto. Obbiettivo delle scelte del governo è quello di raggiungere «maggior rigore nella valutazione degli apprendimenti, oltre che severità e disciplina nella valutazione dei comportamenti», ha spiegato ieri il ministro dell’Istruzione.