Basta bivacchi a San Lorenzo I luoghi d’arte «sotto scorta»

(...) notturni dei senzatetto), a De Ferrari, stop ai punkabestia che fanno scorrazzare cani senza guinzaglio in San Lorenzo e fine agli sbracamenti sugli scalini della cattedrale. I vigili urbani, come ha annunciato ieri mattina l’assessore Francesco Scidone, stanno formando personale proprio per affrontare con criteri equilibrati ogni situazione. Non sarà cioè multato il turista che siede qualche minuto sui gradini del Ducale a mangiare un panino lasciando pulito, ma quanti bivaccano sporcando con rifiuti e bottiglie la città. L’ordinanza, poi, vale per tutta la città, ma con particolare riguardo ai luoghi di pregio, ha spiegato la sindaco Vincenzi, «anche la passeggiata di Nervi è un luogo bello e ce ne sono tanti in città, non solo in centro e li dobbiamo mantenere belli».
Il divieto di fare pipì vale ovunque e i maleducati che durante la movida trasformano i vicoli in una pattumiera saranno multati. «I residenti del centro storico il sabato mattina non riescono nemmno a uscire di casa», ha precisato Scidone.
Le buone intenzioni dovranno però passare l’esame dei fatti: basti pensare che esistono precisi divieti e sanzioni contro chi non raccoglie le deiezioni canine, ma lo stato di pulizia dei marciapiedi non ne ha guadagnato.
Un primo assaggio della buona volontà del Comune secondo Scidone è a Pré dove la polizia annonaria ha già effettuato interventi contro i banchetti che cuociono e vendono alimenti illegamente. Due le persone denunciate.
Infine stanno per tornare i nonni vigile in tutte le scuole di Genova:si sono già fatti avanti gli alpini in pensione.