Basta coi baby mendicanti e vigili urbani da riformare

«È necessario lo sgombero di tutti i campi nomadi abusivi attualmente stabili in città. È bene ricordare che a Roma sono presenti 130 campi nomadi di cui solo 25 autorizzati e seguiti dal Comune. Chi decide di rimanere in Italia lo deve fare solo accettando le regole dell’integrazione. Questo punto è fondamentale per riuscire a stroncare lo sfruttamento dei bambini e delle donne nelle attività di accattonaggio, borseggio e rapina. Attuare subito le procedure di espulsione dei 20mila nomadi e immigrati che a Roma hanno violato la legge. Poi bisogna istituire l’assessorato alla Sicurezza e all’Immigrazione per le politiche di controllo del territorio, di prevenzione dei reati, di accoglienza e integrazione dei lavoratori stranieri in regola. Riforma della polizia municipale con la creazione di reparti specializzati nella lotta al commercio abusivo, nella prevenzione e repressione della mendicità minorile e dell’offerta di manodopera clandestina. Costituzione di nuovi presidi per ospitare i bambini sottratti all’accattonaggio. Progetti di telesorveglianza assistita e tecnologica per la criminalità organizzata nel tessuto commerciale con il riciclaggio del danaro sporco».