«Basta parolacce nel mio pub»: locale costretto alla chiusura

Il proprietario di un pub in Scozia ha deciso di chiudere dopo che il suo appello agli avventori di evitare parolacce ha provocato una fuga in massa della clientela. Ian Milne, cinquantenne, gestiva dallo scorso novembre un locale di Keith, un paesino nel nord-est della Scozia. Milne non sopportava il linguaggio poco elegante dei clienti abituali, quindi, armato di cartello con su scritto «se vuoi imprecare, non entrare qui», aveva bandito le parolacce dal suo locale. Ma la risposta dei bevitori abituali della zona è stata di cambiare pub e disertare il «Royal Hotel». «Ci siamo liberati di cattivi elementi, ma non siamo riusciti a sostituirli», ha commentato deluso Milne.