Basta con le strumentalizzazioni

Raccapriccianti le strumentalizzazioni politiche nella scuola, nessuno coinvolga i bambini in manifestazioni che sono solo un pretesto per attaccare il governo.
I sindacati della scuola siano responsabili ed evitino manifestazioni di chiara matrice politica.
Dopo Alitalia, ancora una volta vediamo come organizzazioni costole della sinistra stanno cercando di attaccare il governo con mezzi subdoli. Nessuno ha il diritto di coinvolgere i nostri bambini in inutili e sterili manifestazioni di protesta che fanno solo del male alla scuola ed agli studenti italiani.
Anche in Liguria assistiamo allo spettacolo avvilente di una sinistra che soffia sulla proteste e sulle rivendicazioni di docenti e studenti. Senza in nessun modo contestare il sacrosanto diritto della scuola di far sentire la propria voce, vogliamo denunciare che, come già avviene nella difficile vertenza Alitalia, anche sulla scuola è in atto una strumentazione politica da parte dell'opposizione. Si tratta cioè di proteste che rischiano di non far passare sui media le reali esigenze del personale docente, non docente, e degli alunni, e di buttare in disputa politica la reale esigenza di scambio e di confronto delle idee. In merito alle dichiarazioni dell’assessore regionale Costa voglio precisare che a noi del Pdl questa riforma piace.
All'assessore regionale Costa che critica il ministro Gelmini rispondo: è miope parlare solo di tagli. Il ministro Gelmini vuole riformare la scuola in maniera profonda, ed è uno sforzo che merita sostegno e non ostacoli. Della dichiarazione di Costa apprezzo invece l'invito al dialogo: spero proprio che voglia presto invitare presso l'assessorato regionale i rappresentanti della scuola, e che a quel tavolo ci sia anche un posto per l'attuale opposizione regionale di centrodestra.
*deputato ligure del Pdl