«Basta tasse, subito privatizzazioni»

Nessun aumento delle tasse. Dopo la denuncia della giunta Pisapia di una manovra bis che toglierebbe a Milano altri 100 milioni di euro, il capogruppo del Pdl Carlo Masseroli chiede un tavolo istituzionale per studiare interventi che non pesino sui conti dei milanesi e promuovano lo sviluppo e la crescita. Partendo dal decreto del governo e che chiede ai Comuni di privatizzare e liberalizzare società e servizi. Un patrimonio che in tutta Italia vale almeno 102 miliardi di euro e che in una città ricca come Milano costituisce un bel patrimonio. Ma che oltre a pesare sulle casse, offre servizi non sempre all’altezza degli standard richiesti e costi di funzionamento spesso sproporzionati rispetto al privato. È per questo che il governo con il ministro dell’Economia Giulio Tremonti ha chiesto agli enti locali «un meccanismo efficace di privatizzazione dei servizi locali e una normativa efficace sulle municipalizzate». Con l’unica eccezione dell’acqua che, dopo il referendum di giugno, dovrà comunque rimanere in mani pubbliche.