Batista: «Non sono io il colpevole»

Sergio Batista non si ritiene responsabile della eliminazione dell'Argentina e non intende dimettersi: «Non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello. L'eliminazione mi fa molto male, ma bisogna guardare avanti e continuare a lavorare.<BR> .

Sergio Batista non si ritiene responsabile della eliminazione dell'Argentina e non intende dimettersi: «Non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello. L'eliminazione mi fa molto male, ma bisogna guardare avanti e continuare a lavorare. Io ho firmato il mio contratto appena due mesi fa. Ora il progetto è la Coppa del Mondo 2014. A nessuno piace essere eliminato, ma io sono soddisfatto dei mio giocatori».
Batista lascia un piccolo spazio anche per l'autocritica: «Le cose non sono andate come pensavamo. Quando si deve cambiare la formazione dopo due partite, evidentemente c'è qualcosa che non va. Analizzeremo quello che non ha funzionato. ma non tutto è da buttare. Nel primo tempo abbiamo giocato abbastanza bene e avremmo potuto ipotecare la vittoria. Poi la partita si è fatta più dura, non abbiamo sfruttato le occasioni.