Batman mostra un volto umano

Viviana Persiani

Le recenti scottature che il pubblico ha avuto con le ultime trasposizioni di fumetti su grande schermo, hanno indotto ad accostarsi a lui con prudenza; invece, Batman Begins, è un signor film, sicuramente il migliore tra quelli girati sulle avventure del miliardario Bruce Wayne. Merito, senza dubbio, del talento di Nolan che si dimostra regista di razza (ricordate l’ottimo Memento?) e di un cast assolutamente perfetto. La peculiarità di questa pellicola, rispetto alle precedenti, è di svelare la nascita del personaggio Batman. Si scopre così che Bruce (un plauso a Christian Bale che lo impersona in maniera eccellente) ha iniziato la sua avventura a causa di due episodi che gli hanno segnato la vita: la caduta in un pozzo pieno di pipistrelli, e l’efferato omicidio dei suoi genitori. Paura ma anche voglia di vendetta, ricerca e senso di colpa, sono i sentimenti che pian piano lo sosterranno in giro per il mondo, nella sua crociata contro l’ingiustizia. L’aiuto di un maestro di arti marziali (Liam Neeson) sarà fondamentale per prepararlo al suo grande ritorno a Gotham City; così come quello del fedele maggiordomo Alfred (Michael Caine) e dello scienziato Lucius Fox (Morgan Freeman). La bellezza del film si esaurisce qui, in questa preziosa prima parte. Poi è un trionfo di gadget e di curiosità (la nascita della batmobile, della batcaverna, del batcostume). Questo Batman appare più umano, con pregi e difetti, meno «spocchioso» di certi lavori precedenti. Se poi si vuole cercare un filo conduttore, la paura è indubbiamente la risposta che ti viene da dare; un sentimento che fin dalla caduta nel pozzo, la fa da padrone. Particolare non trascurabile: ci si diverte anche. Insomma un bel regalo per l’estate; questo è un block che avrebbe fatto la sua bella figura anche sotto Natale.
Se poi volete un consiglio al di fuori dei film che trovate in classifica, andate a vedere lo spigliato Connie e Carla interpretato da Nia Vardalos (esplosa con Il mio grosso, grasso matrimonio greco) e Toni Collette. Nei panni di un duo di amiche che sbarcano il lunario cantando nelle sale d’attesa degli aeroporti, le donne assistono ad un omicidio. Viste, sono costrette a scappare a Los Angeles dove si nascondono travestendosi da drag queen. Un po’ Victor Victoria, un po’ A Qualcuno piace caldo? il film di Michael Lembeck è un gran divertimento; le due protagoniste, poi, sanno tirare fuori il meglio di un testo spumeggiante.
I film più visti a Genova nell’ultima settimana: 1) Batman Begins; 2) Sin City; 3) Star Wars III; 4) Quo vadis, baby?; 5) Danny the dog; 6) Alta tensione; 7) Le crociate; 8) La storia del cammello che piange; 9) Gas; 10) L’uomo perfetto.