Battaglia all'ultimo voto: Montecitorio è sul filo

Sette deputati ancora nella "zona
grigia" degli indecisi rendono incerto la sfiducia al governo alla Camera. Al
netto di questi il
pallottoliere di Montecitorio, a 24 ore dal voto, è a
favore del premier. Ma Granata: &quot;Siamo 311 pari&quot;. <a href="/interni/fini_berlusconi_non_avra_fiducia_napolitano_allentare_tenzioni/12-12-2010/articolo-id=493142-page=0-comments=1" target="_blank"><strong>Fini: &quot;Sfiducia e Fli all'opposizione&quot;
</strong></a>

Roma - Sono sette i deputati ancora nella "zona grigia" degli indecisi che rendono incerto il voto di domani sulle mozioni di sfiducia al governo Berlusconi alla Camera. Al netto di questi - l’ex Idv Domenico Scilipoti, l’ex Pd Massimo Calearo, l’ex Fi Paolo Guzzanti, le "colombe" di Fli Silvano Moffa, Maria Grazia Siliquini, Catia Polidori e Giuseppe Consolo - il pallottoliere dell’Aula di Montecitorio, a 24 ore dal voto, è a favore del presidente del Consiglio. Secondoil finiano Fabio Granata, invece, in forse sarebbe solo Moffa portando così a un 311 pari. Quel che è certo è che la partita si gioca sul filo.

Indebolito il fronte della sfiducia Il fronte della mozione di sfiducia si è indebolito dopo l’addio definitivo dei due dipietristi Antonio Razzi e Domenico Scilipoti e del finiano Giampiero Catone e, al netto delle quattro colombe di Fli che non hanno ancora sciolto la riserva sul voto di domani, può contare su 308 voti certi: 30 dei finiani, 22 di Idv, 206 del Pd, 35 dell’Udc, 6 di Api, 2 liberaldemocratici, 5 di Mpa, Giorgio La Malfa, Giuseppe Giulietti e Roberto Rolando Nicco. Berlusconi finora può contare su 311 voti contrari alla sfiducia al suo governo: 235 del Pdl, 59 della Lega, 12 di Noisud-Popolari per l’Italia di domani, Francesco Pionati, Francesco Nucara, Maurizio Grassano, Bruno Cesario e Giampiero Catone.

Astenuti e "dolci attese" Tre saranno gli astenuti: i due deputati di Svp Siegfried Brugger e Karl Zeller e il presidente della Camera Gianfranco Fini. Peseranno sul pallottoliere anche le eventuali assenze delle deputate in dolce attesa Giulia Buongiorno, Giulia Cosenza e Federica Mogherini, tutte e tre sostenitrici della sfiducia.

Granata: "In bilico solo Moffa" "Io sono fiducioso, in bilico c’è solo Silvano Moffa, che sta dialogando con Fini", spiega il finiano Fabio Granata sostenendo che comunque le truppe della sfiducia "sono ancora sopra di due punti" e aggiungendo che salvo soprese dell’ultima ora, l’operazione dovrebbe andare in porto. "Quelli di noi che stanno ancora riflettendo lo fanno per motivi politici e non certo per interessi personali". Anche il capogruppo di Fli, Italo Bocchino, si dice "tranquillo, anzi tranquillissimo".

Pannella: i radicali votano sfiducia "Noi non siamo per il piccolo cabotaggio, voteremo la sfiducia al governo". Lo fa sapere il leader dei Radicali, Marco Pannella, al termine della chiacchierata con il coordinatore nazionale del Pdl e ministro della Difesa, Ignazio La Russa. "Se ha provato a convincermi? No non lo ha fatto perché ci conosce", ha risposto Pannella. "Per risorgere bisogna prima cadere".