La battaglia di Roberta e Iva, strana coppia di «antiveline»

Iva Zanicchi e Roberta Della Vecchia. La strana coppia delle candidate alle elezioni europee per il Pdl è divisa per motivi anagrafici ma unita nella passione per la missione europea. Roberta Della Vecchia, monzese di 25 anni, si è appena laureata in giurisprudenza all’università di Milano Bicocca ed è alla sua prima esperienza politica, mentre Iva Zanicchi, dopo una carriera di oltre 40 anni nello spettacolo, è pronta a sacrificare il successo per l’attività politica. Nessuna velina in lista, quindi, come le polemiche delle scorse settimane volevano insinuare. Al contrario due donne diversissime, ma molto determinate a dire la loro al Parlamento europeo. A due settimane dalla scadenza elettorale le due outsider sono nel periodo più caldo della campagna elettorale che conducono in prima persona e senza nessun favoritismo da parte del partito: «I soldi per pagarmi la campagna elettorale ce li sto mettendo di tasca mia», spiega la Zanicchi. Roberta Della Vecchia è la candidata più giovane del Pdl e il suo nome è ancora sconosciuto al di fuori della zona di Monza, ma anche con l’aiuto di internet i suoi potenziali elettori aumentano di giorno in giorno: «Dopotutto anche Obama ha condotto la sua campagna affidandosi alle nuove tecnologie», dice. Iva Zanicchi, al contrario, è la più anziana ed è conosciutissima dal grande pubblico in tutta Italia e all’estero ma non rinuncia al contatto diretto con la gente. Ma nonostante tutto le due donne sono affiatate come due amiche di vecchia data ed è probabile che entro la fine della campagna elettorale organizzino qualche iniziativa comune in una sorta di gemellaggio tra i due estremi della lista.