Un Battiato «double-face» alle Capannelle

Il concerto dell’artista catanese sarà uno degli appuntamenti più prestigiosi del «Roma Rock Festival» che si apre questa sera con Caparezza

Per il terzo anno consecutivo «Fiesta!» ospita il «Roma Rock Festival», che inizia questa sera con il concerto di Caparezza, il riccioluto rapper italiano celebre per il tormentone Fuori dal tunnel e il Festival di Musica Latino Americana che prende il via invece domenica 18. Dal 15 giugno al 14 agosto, due mesi fitti di appuntamenti e un calendario ricco, per una manifestazione che nelle due edizioni precedenti ha visto esibirsi artisti del calibro di Peter Gabriel, Air, David Byrne, Tori Amos, Joss Stone, Jamiroquai, Morcheeba e Anastacia. Saltellando nel menu musicale di quest’anno si trova, subito dopo il via con Caparezza, la rocker Gianna Nannini mercoledì 21, i Nomadi il 23 e gli inglesi Placebo, una delle più quotate rock band del pianeta, in scena il 28 giugno alle Capannelle per l’attesa data capitolina. Sotto la targa del Roma Rock il mese di luglio delle Capannelle si apre lunedì 3 con Giuliano Palma & The Bluebeaters, seguiti dagli Afterhours di Manuel Agnelli il 5 e dal reggae dei giamaicani Wailers, (la storica formazione di Bob Marley) il 10 luglio. Imperdibili appuntamenti saranno poi il concerto dei rocker toscani Negrita il 18 luglio e, soprattutto, quello col maestro catanese Franco Battiato dal vivo mercoledì 19 luglio con al seguito l’Orchestra Toscana composta da oltre quaranta elementi. Battiato ripercorrerà la sua carriera reinterpretando una selezione del suo vasto repertorio sottolineato da un’orchestra classica. La seconda parte del concerto sarà invece caratterizzata da sonorità più rock. L’elettronica sarà invece protagonista il 21 luglio con i Massive Attack, tra le band più interessanti ed innovative della scena britannica. Celebre per il suo duetto qualche anno fa con l’israeliana Noa in Imagine di John Lennon al Colosseo, giovedì 27 luglio salirà sul palco rock dell’Ippodromo di via Appia Nuova, l’algerino Khaled, il re del räi, uno dei generi più importanti del folk arabo. A chiudere il mese e la parte rock del Fiesta sarà invece l’inedito duo italo-cileno fra Daniele Silvestri e gli Inti Illimani, il 28 luglio in concerto per la prima volta insieme sul palco di Fiesta!