Battiato: una sinfonia per il Fai

da Milano

È quasi tutto esaurito per il concerto straordinario a favore del Fondo per l'ambiente italiano che Franco Battiato terrà lunedì sera al teatro degli Arcimboldi insieme alla Royal Philharmonic Orchestra. Dall'evento saranno tratti un cd e un dvd live. Battiato non è nuovo a concerti del genere: già lo scorso anno si esibì con l'orchestra britannica al teatro dell'opera di Roma, sempre a favore del Fai. Ma per Milano ha pensato ad alcune novità: «Sei nuovi brani, tra cui - ha detto durante la conferenza stampa di presentazione - La porta dello spavento supremo, che ho interpretato giovedì da Celentano. Il repertorio classico rimarrà comunque la spina dorsale del concerto, che aprirò con Come Away Death, che compare anche nei titoli di testa del mio ultimo film Musikanten». In scaletta non mancheranno anche suoi brani, «ma ho dovuto togliere quelli più rock, se posso usare questo termine che oggi - ha detto, riferendosi al giochino “lento-rock” lanciato da Celentano - non si può più usare». Ma lei, Maestro, si sente rock o lento? «Io sono lento, soprattutto nell'amore, perchè lì il rock non funziona».
Il sindaco Albertini ha aperto l'incontro con la stampa sottolineano la straordinarietà dell'evento e il valore della musica, «che è bellezza, ossia patrimonio di tutti, come ci ricorda il Fai, cui andrà l'intero ricavato del concerto». La serata, secondo la presidente del Fai Giulia Maria Crespi, potrebbe anche contribuire al successo degli Arcimboldi: «Un teatro che è già entrato nel cuore dei milanesi, ma per cui servono soldi». Per gli Arcimboldi, ha garantito Albertini, non c'è da temere: «Il 30 novembre faremo una conferenza stampa per presentare la stagione semestrale perchè la Fondazione Arcimboldi è in fase d'avvio. Nel corposo calendario troverete - ha promesso - sorprese interessanti».