Battisti, deputati italiani «low cost»

L’Europa dà il via libera: per l’estradizione di Cesare Battisti (nella foto) ha ragione l’Italia. E fin qui, scontato; si direbbe. Meno scontato è l’annuncio che esprime la volontà di 54 parlamentari su 785. E, fra gli italiani, di 6 su 78 della pattuglia tricolore. Ebbene: perché questa decimazione? Il retroscena sarebbe svelato dai maligni che, come si sa, a pensar male fanno peccato ma ci azzeccano spesso: ebbene Strasburgo, città mal collegata, avrebbe spinto molti deputati a salire sulla navetta per Karlsruhe e da lì sul volo low cost della Ryanair per Roma. Un prezzo che, sul rimborso forfettario Ue parametrato alle compagnie di bandiera più costose, farebbe guadagnare qualche spicciolo ai «poveri» deputati. Unico requisito: fuggire il giovedì pomeriggio. Ora indovinate: quando si è votato su Battisti?