Battistoni: sul bilancio maggioranza arrogante

«L’ennesimo atto arrogante e irrispettoso della pluralità delle posizioni». Così Francesco Battistoni, consigliere della Provincia di Viterbo, definisce quanto accaduto in consiglio lunedì scorso. «All’ordine del giorno - spiega Battistoni - c’erano la discussione e l’approvazione degli assestamenti di bilancio. Una manovra delicata, importantissima per l’amministrazione. Eppure né a me né agli altri consiglieri di minoranza, che al momento della votazione hanno abbandonato l’aula del consiglio per protesta, sono stati forniti i documenti contenenti il parere dei revisori dei conti nei tempi previsti dal regolamento, ovvero almeno 24 ore prima dal momento della discussione. Sembra chiaro qui l’intento di non voler mostrare nei tempi previsti i documenti contabili all’opposizione». «Il ruolo della minoranza - conclude Battistoni - è stato ancora una volta calpestato da una maggioranza che naviga a vista, che ha approvato l'assestamento bilancio in modo discutibile, solamente all’ultimo minuto (il 30 novembre, infatti, è il limite massimo che un’amministrazione ha per approvare la manovra) e che ormai vive esclusivamente di ritardi e di escamotage per beffare l'opposizione. Senza rendersi però conto che la gente, i cittadini, gli elettori, di queste mancanze sono pienamente consapevoli, e senza dubbio se ne ricorderanno la prossima primavera».