La battuta Bossi: «Berlusconi a volte è troppo nervoso»

«Berlusconi ne dice, è troppo nervoso». Così Umberto Bossi ha risposto a chi gli chiedeva di commentare le dichiarazioni del presidente del Consiglio riguardo agli elettori di centrosinistra «senza cervello», a margine di un comizio a Viadana, nel Mantovano. Sarebbe stato meglio evitare una frase del genere? «Ognuno vota quel che vuole», ha replicato il leader del Carroccio che ha poi smentito che la Lega Nord abbia in mente una riforma della legge elettorale. «Adesso non abbiamo tempo di pensare a quelle cose. La gente ha le scatole piene di andare a votare continuamente». Ai cronisti che gli chiedevano se il suo partito sarebbe favorevole all’introduzione di una quota proporzionale, Bossi ha replicato: «Ma no, l’avete inventato voi, che non sapete cosa scrivere». Bossi ha poi assicurato che «non abbiamo fatto una retromarcia sul decentramento, i ministeri prima o dopo arriveranno qui al Nord». Il decentramento dei ministeri lo hanno fatto «l’Inghilterra e la Francia, che è lo Stato più centralista che c’è: noi siamo i più pirla? No, non ci stiamo a pagare e tacere».