Baudo ora rifiuta di guidare lo show inventato per lui

da Milano

Di «fenomeni» non ne può più. E se ne vuole tenere lontano. Pippo Baudo, dopo la sbornia sanremese e il durissimo scontro con il direttore di rete Fabrizio Del Noce, è rimasto tanto amareggiato da mandare all’aria il prossimo progetto in cantiere su Raiuno, ideato e ritagliato su misura per lui. Il programma, dal titolo appunto Fenomeni, è previsto in palinsesto a fine aprile. In sostanza è uno show in cui si confrontano la vecchia e la nuova Tv: una sfida tra personaggi televisivi, divisi in due squadre, una più «storica» e l’altra più «recente». La prima capitanata da Baudo, la seconda affidata al volto di Veronica Pivetti.
Ma Pippo, almeno per ora, ha fatto sapere che no, non se la sente più di guidare quel programma. Vuole stare defilato, chiudere la stagione con il bel Festival da lui realizzato e lo spazio domenicale di Ieri, oggi e domani. Certo - si può facilmente intuire - non dev’essere semplice per lui trovare la forza di rimettersi attorno a un tavolo a discutere, progettare, definire scalette con quel direttore, Fabrizio Del Noce che lo ha scaricato mentre era sul ponte di comando di Sanremo, dicendogli in faccia che l’anno prossimo non sarà più all’Ariston. E facendolo così infuriare da perdere la trebisonda e cominciare a sparare contro tutti e tutti, da Prodi al ministro Padoa-Schioppa, dalla legge Gentiloni alle nomine dei dirigenti della Tv pubblica. Dopo quei giorni di ubriacatura generale e la lettera di reprimenda dei vertici aziendali per le infelici esternazioni, Pippo si è chiuso nel silenzio. Del resto, alla fine della guerra che si è giocata nella sala stampa del teatro Ariston, i vertici Rai, tra lui e Del Noce, hanno scelto il secondo. Come fare per ricucire lo strappo? Magari nei prossimi giorni il presentatore siciliano tornerà a più miti consigli e, calmati gli animi, riprenderà in mano il progetto. Ma non c’è molto tempo. Fenomeni, prodotto dalla Endemol Italia, dovrebbe partire il 28 aprile: solo un mese e mezzo per mettere a punto uno show del sabato sera in cinque puntate. Se lui si mantenesse saldo nel rifiuto, allora ci si dovrebbe dirottare su un altro conduttore. Ma chi può impersonare quarant’anni di Tv, oltre a lui? Be’, Mike, ma sta a Mediaset...
Per il ruolo della conduttrice è stata pensata Veronica Pivetti, attrice che presto tornerà sugli schermi Tv con la fiction Provaci ancora prof. A lei spetta il compito di capitanare la squadra dei «giovani»: un modo anche per provarsi come presentatrice e, magari, imporsi come nuovo volto televisivo. Sempre che, lo show, alla fine vada in onda.