Il "bavaglio" su Facebool al sito del Giornale

Tutti gli articoli del <em>Giornale.it</em> sono spariti da Facebook: <strong><a href="http://www.facebook.com/#!/ilGiornale" target="_blank">guarda qui</a></strong>. Nelle ultime ore molti lettori si sono messi a segnalare i nostri link come spam. Il risultato? Siamo stati bannati. Per difendere la nostra presenza sul social network abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti i lettori: ecco cosa dovete fare...

Milano - Chiudere la bocca al Giornale.it è facile. Basta un click. Una marea di click e i nostri articoli sono letteralmente spariti da Facebook (guarda qui). Sono ormai diverse ore che non possiamo più pubblicare i nostri post. Riteniamo che, nella pluralità dell'informazione, partecipare al social network più "navigato" del mondo sia fondamentale. Proprio per questo abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti i lettori. Anche qui, basta solo un click: per aiutarci a risolvere il problema, è sufficiente condividere un link qualsiasi del nostro sito. Nel messaggio che apparirà, vi chiediamo di cliccare sull'opzione Facci sapere che porta a un modulo di contatti dove è possibile segnalare a Facebook che si tratta di un errore.

Non è la prima volta che un social network prova a mettere il bavaglio. Due giorni fa è successo al Fatto Quotidiano, oggi succede al Giornale.it. Una mossa che ha mandato su tutte le furie i lettori che ci hanno tempestivamente scritto che non solo non erano più in grado di condividere i nostri articoli sulla propria pagina Facebook, ma che gli sono anche spariti i vecchi link. Tanto che sono stati in molti a pensare ad un attacco informatico. In realtà, dietro a questo problema, c'è una macchina che agisce in base agli input che gli arrivano dai lettori. Nelle ultime ore, infatti, in molti si sono messi a segnalare come spam i nostri link. Il risultato? Facebook ci ha bannati. Stop. Fuori dai giochi. Adesso è necessario lo sforzo di tutti i lettori che ogni giorno ci seguono: basta un click per farci tornare su Facebook.