Beck guida la carica laziale al Salone del Gusto di Torino

Il Lazio sarà protagonista del Salone del Gusto, la sesta edizione dell’evento biennale dedicato alla cultura della buona tavola che si svolge dal 26 al 30 ottobre al Lingotto di Torino. Oltre alle aziende e agli enti (tra questi la Camera di Commercio di Roma) che avranno un loro stand nella grande sezione espositiva, alcuni appuntamenti della ricca sezione dei «laboratori del gusto» e degli «appuntamenti a tavola» saranno dedicati a prodotti e personaggi della nostra gastronomia. L’evento clou per il Lazio, e per Roma in particolare, è quello che si volgerà alle 18 di domenica 29 ottobre al teatro del Gusto, e che vedrà protagonista Heinz Beck, da anni chef numero uno della capitale dall’alto del suo bastione di Monte Mario e per questo eletto ambasciatore dell’haute cuisine capitolina. Lo chef bavarese della Pergola preparerà in diretta un piatto per i partecipanti al seminario e altrettanto farà un suo allievo, Paolo Barrale del ristorante Mariennà di Sorbo Serpico (Avellino). Prezzo euro 25. Sempre domenica 29 e sempre alle 18 un laboratorio sarà dedicato alla regina della cucina laziale, l’Amatriciana, che sarà presentata nella versione originale (in bianco, alias gricia) e in quella classica con il pomodoro. L’abbinamento è con i vini dell’azienda pontina Casale del Giglio, da anni ai vertici qualitativi regionali (euro 16). Giovedì 26 alle 18 un formaggio laziale, la Marzolina, sarà tra i protagonisti di un laboratorio sui caprini dei presidi Slow Food. Ancora Lazio lunedì alle 15, quando in un laboratorio dedicato ai migliori pecorini italiani troverà spazio il Caciofiore della campagna romana (18 euro).