Beck’s vuole bere Budweiser

da Milano

Il gigante delle birre globale InBev, titolare dei marchi Beck’s e Stella Artois, prepara il colpo grosso finale che potrebbe segnare la chiusura della fase di consolidamenti del settore: l’acquisizione di Anheuser-Busch, storica casa americana che controlla il marchio Budweiser. Una partita da 46 miliardi di dollari, secondo quanto riporta il Financial Times, citando nell’edizione online fonti industriali e bancarie. I manager della multinazionale belga stanno elaborando una proposta da presentare al cda della preda, che potrebbe raggiungere i 65 dollari ad azione, e per l’ipotesi in cui non dovessero ottenerne il sostegno sarebbero già determinati a procedere con un’Opa ostile. La combinazione dei due gruppi darebbe vita ad un gigante con una capitalizzazione in Borsa da quasi 100 miliardi di dollari, e un fatturato da 20 miliardi. Sarebbe anche il quinto maggiore player globale nel settore degli alimentari. L’operazione nascerebbe mentre è tuttora in corso la crisi finanziaria innescata dai mutui subprime, che ha implicato una stretta ai finanziamenti per tutte le acquisizioni e fusioni. Ma InBev si sarebbe già assicurata linee di finanziamento per 50 miliardi di dollari da JPMorgan e Santander, a cui aggiungerebbe fondi mediante emissioni di bond per 10-17 miliardi. I rumors hanno messo le ali al titolo Anheuser-Busch, il cui secondo azionista è il miliardario Warren Buffett, arrivato a guadagnare a New York il 6%. In flessione invece InBev (-3,1%).