Beckham principino

6 ROBINSON. Noia mortale anche per lui, sbarella nell’unica uscita: forse dormiva.
6 NEVILLE. Compitino del bravo ragazzo che non è più (nel senso dell’età). Dalla sua parte non succede niente.
6 FERDINAND. Grande, grosso e fa paura. Tanto basta anche se Valdez sfida pure le sue pedate.
6 TERRY. Se la prende comoda: Santa Cruz è un fantasma. E giocare contro i fantasmi è esperienza da non perdere.
5 A.COLE. Sembra uno di quegli imbucati alle feste, che stringe la mano a tutti per farsi notare. Ma sbaglia sempre il momento.
6 BECKHAM. Tre tiri da principino, l’insospettabile aiuto di Gamarra per segnare. Gioca con la lena di un riccone annoiato. Quando crossa il piede fa sempre la differenza.
6,5 LAMPARD. Molla bordate da fuori area. Non manda a mille il motore, perchè il Paraguay ti fa respirare. Alla lunga il più pericoloso, tanto da essere eletto The man of the match.
5,5 GERRARD. Sta indietro. Forse problemi fisici. Non ha voglia di tirarsi il collo. Paredes lo imbarazza.
6,5 J.COLE. Il più presente in ogni angolo di campo. Corre e guizza, nemmen fosse giocatore di un’altra partita.
5 0WEN. Così intimidito e impacciato da far pena. Sembra un trovatello dell’attacco, non ha forza e sicurezza nei contrasti. Dal 10’st 5 DOWNING. Non c’era niente di meglio?
5,5 CROUCH. Bel giocatore di basket. Quando c’è da procurarsi un corner è una garanzia, quando c’è da tirare in porta una cambiale in protesto.
ALL. 5,5 ERIKSSON. Stravagante nei cambi.