Beem pacco regalo o pacco e basta? Warren non brilla

9 a Romano Boretti. Il Magnifico. Il patròn della Conte of Florence, con il Ponte Vecchio Challenge, ha augurato a modo suo buon Natale a tutti i golfisti italiani. Parafrasando Lorenzo de’ Medici, ci sovviene di scrivere: chi vuol esser lieto sia, purché il Boretti non vada via! (Ps: magnifici auguri a tutti anche da parte mia!)
8 a Diana Luna. Un antidepressivo vivente. Il New York Times ci declassa e battezza l'Italia come una novella Prozac Nation. Forse ha ragione. Ma basta gettare un occhio alla bella romanina, impegnata a Firenze nell'Approach Championship dal Ponte Vecchio, per sentirsi subito decisamente mooolto più... sereni..!
7- a Bernhard Langer. Senior. A Firenze, dove è stato tra gli acclamati protagonisti della manifestazione, il cinquantenne tedesco ha dichiarato che dal 2008 giocherà quasi a tempo pieno nel «reparto di geriatria dello swing» (il circuito Senior). Traduzione per i futuri colleghi del Champions Tour: attenzione, perché Bernie è in forma! Traduzione per le signore/ine: attenzione, perché Bernie è VERAMENTE in forma...
5.5 a Rich Beem. Spiritoso. Sul Ponte Vecchio si è calato a dovere nel personaggio, presentandosi addobbato con un buffo berretto a forma di abete natalizio. Per gli appassionati di golf fiorentini, il pacco regalo sotto l'albero sarebbe dovuto essere proprio lui. Peccato che, vista la sua prova, sia risultato invece un pacco e basta...
4 a Marc Warren. Spento. Nelle mille luci festaiole fiorentine, il Braveheart scozzese non ha brillato. Fresco vincitore della Coppa del Mondo, purtroppo è uscito subito di scena dal torneo giocato sull'Arno. Dicono avesse lasciato la testa sotto l'albero di Natale. Dicono.