Befana: gadget e dolcetti nei collant e parigine

Calze appese al camino, sta per arrivare la Befana. Tradizione vuole che la benevola vecchina - usata anche come spauracchio per far stare buoni i bimbi - abbia doti divinatorie e che, perciò, la notte del 6, sia possibile vedere in sogno ciò che riservano i successivi dodici mesi.
Il 2008 segna una sorta di riscoperta degli aspetti magici della leggenda. Mai come quest’anno, infatti, protagonista dei doni è il «futuro», anticipato con oggetti benauguranti, che propizino la realizzazione dei desideri di ognuno, o con gadget legati a eventi e ricorrenze che si celebreranno da qui alla fine di dicembre. La promessa di un anno felice parte dall’involucro tipico dei doni, ossia la calza, che diventa «extra» in misure e colori. Per lei si punta sulla lunghezza di collant o parigine, a sottintendere la promessa di un anno di prosperità. Bene i leggings - ma è necessario chiuderne la caviglia con un pacco di dimensioni tali che non possa cadere - meglio se con filati brillanti o paillettes, per serate «luminose». Vivaci le prospettive dell’uomo, con calzettoni che osano nell’accostamento di tinte e fantasie, dalle righe Gallo ai triangoli Dorè Dorè. Calze lunghissime pure per le più piccole, ma indossate dalle bambole Hi Glamm, caratterizzate da gambe smisurate. Sottintendono un anno di desideri soddisfatti le calze per bambini, in vendita già piene di sorprese.
Da «Il Calzettone» con giochi Winx e Tamagochi ai monomarca moda Barbie e Principessa dell’Isola Perduta, con bambola e accessori da indossare. Per lui, Cars e Hot Wheels. Chi non opta per le calze confezionate, deve pensare a come riempirle. È caccia, quindi, a celebrazioni e anniversari con relativi gadget. Per animi romantici, oggetti a cuore in rosso o rosa, primizia di San Valentino. Per bambini, i costumi di carnevale - in realtà, usati tutto l’anno per giocare - da quelli delle fate Winx Enchantix ai disneyani Giselle e principe Edward. Re del 2008 Topolino, il cui debutto è datato 1928: bene tutti gli articoli, fino alla romanissima versione del peluche vestito da centurione.
Trendy pure altri roditori noti, Remy di «Ratatouille» in testa: a febbraio, infatti, inizia l’anno cinese del topo. Da t-shirt e borse a strisce e disegni, Befana da fumetto con Superman, la cui prima apparizione è del ’38, e Tex, che debutta dieci anni dopo. Per amanti del vintage, gadget - anche filatelici - per il centesimo anniversario del Corriere dei Piccoli e pupazzi, dvd e zaini per il cinquantesimo dei Puffi di Peyo. Chi preferisce un dono musicale, può puntare su cd e cofanetti dei classici della canzone italiana: sono cinquant’anni dalla vittoria di Modugno a Sanremo con «Nel blu dipinto di blu» e dalla «scoperta» di Mina, senza dimenticare i dieci dalla morte di Battisti. Note internazionali con i trent’anni dei Police, celebrati con libri e cd, e i 25 dei Guns n’ Roses, raccontati in dvd. Per melomani, le riedizioni delle opere di Puccini, a centocinquant’anni dalla nascita, e delle esibizioni di Pavarotti, al primo dalla morte.