La beffa dei premi di sinistra

Cinquemila euro a testa. Tanto, più o meno, i dipendenti del comune di Rho (Milano), dovranno restituire alle casse dell'ente. Soldi loro elargiti illegittimamente dalle precedenti giunte di centrosinistra. La Corte dei Conti ha infatti condannato gli ex amministratori e alcuni dirigenti a rifondere la somma. Che ora dovrà essere recuperata in maniera forzata dai 335 dipendenti, compresi i pensionati. I giudici hanno accertato che i premi sarebbero stati spalmati a tutti. «Una vicenda che dimostra la negligenza di chi ci ha amministrato – protestano i dipendenti -. Gli ex amministratori non metteranno mano al portafogli, grazie all'assicurazione che li tutela; per noi, invece, un salasso forzato. Resisteremo legalmente».