Beffa alla Provincia: accampamento rom a Quarto

Quando ieri sera, un funzionario della polizia locale, ha notificato ai nomadi che sostano all'interno della Provincia un atto d'immediato sgombero firmato dal presidente dello stesso ente, Alessandro Repetto, gli zingari si sarebbero messi a ridere. «Non ci muoviamo da qui nemmeno con le cannonate - avrebbe esclamato il padre del bimbo rom malato in cura al Gaslini -. Ci hanno messo qui e nessuno di noi se ne andrà» avrebbe aggiunto. Parole che non sono piaciute a nessuno, tanto meno a chi si è adoperato per aiutare gli zingari con piccolo ammalato. «Ci stiamo veramente seccando - ha dichiarato Gianpaolo Malatesta, consigliere comunale del Pd -. Adesso questa gente se ne approfitta, (...)