Beirut, bomba sul lungomare: dieci morti Ucciso Ido, leader del partito anti-siriano

Almeno dieci le vittime e altrettanti i feriti. L'automobile saltata in aria è quella di Walid Ido, deputato del partito Future, dell'ex presidente Hariri. Ucciso a sua volta da un attentato nel centro di Beirut. La zona è frequentata dalle famiglie e da persone che praticano jogging

Beirut - Almeno dieci persone sono morte e una decina sono rimaste ferite in un'esplosione che ha avuto luogo nel pomeriggio sul lungomare di Beirut. Lo hanno riferito fonti della sicurezza libanesi. Secondo quanto riporta l’emittente tv del movimento sciita Hezbollah, al Manar, con una striscia in sovrimpressione sulle immagini della normale programmazione la zona colpita è quella di Rauche, usata dalle famiglie per brevi momenti di villeggiatura e dalle persone per fare jogging. Le immagini delle tv hanno mostrato l'automobile in fiamme, apparentemente un'autobomba dopo la deflagrazione, e tutto intorno un mare di detriti. Anche gli edifici circostanti appaiono visibilmente danneggiati. Nelle immediate vicinanze del luogo dove è avvenuta l'esplosione ci sono un luna park, due caffè molto frequentati e due spiagge private; un po' più distante, il circolo degli ufficiali dell'esercito libanese.

L'obiettivo Secondo l'emittente è stata presa di mira l'automobile di Walid Ido, il leader del partito di Hariri, il presidente libanese assassinato in un attentato nel centro di Beirut. L’attentato aveva per obiettivo proprio il deputato della maggioranza antisiriana, uno dei leader del partito Future guidato da Saad Hariri, il figlio dell'ex premier. Lo affermano emittenti radio e tv libanesi precisando che la sua macchina è tra quelle distrutte dall’esplosione. Ido è morto nella deflagrazione, lo confermano anche alcuni suoi colleghi di partito. Nell'attentato sono stati assassinati anche il figlio del deputato Ido, Khaled, e tre delle sue guardie del corpo, oltre ad alcuni civili, che passavano per caso. Il bilancio per ora è di dieci morti e dieci feriti.

Chi era Ido Walid Ido (65 anni), il deputato libanese morto oggi assieme al figlio maggiore, Khaled, e alle sue guardie del corpo in un attentato a Beirut, era uno degli esponenti politici libanesi più ostili all’influenza siriana in Libano. Musulmano sunnita ed ex magistrato originario di Beirut, Ido era stato eletto nel parlamento libanese per la prima volta nel 2000 nella lista al-Mustaqbal (Future) guidata dall’ex premier Rafik Hariri, ucciso a Beirut nel 2005. Ido era stato confermato in Parlamento nelle ultime elezioni legislative del 2005, nella coalizione antisiriana delle "Forze del 14 marzo". Laureato in Legge all’Università libanese, aveva iniziato la carriera giudiziaria nel 1967 fino ad esser nominato presidente della Corte penale di Beirut, incarico che ha abbandonato nel 2000 prima di candidarsi alle elezioni.