Il bel tempo ha regalato alla Lombardia 450 milioni di euro

Grazie al meteo favorevole vola il giro d'affari del turismo a settembre e ottobre, l'aumento è di 35 milioni (l'8%). Milano, il Garda e Livigno le mete più gettonate

L'estate prolungata, i laghi, la gastronomia e lo shopping fanno della Lombardia la terza regione più scelta dagli italiani per le vacanze di settembre e ottobre. Il giro d'affari arriva a 450 milioni di euro (circa 35 milioni in più rispetto all'autunno 2010, l'aumento è dell'8 per cento).
Rispetto all'anno passato le prenotazioni sono cresciute del 4,3% in settembre e del 13,5% in ottobre. A settembre il costo medio della vacanza è circa 600 euro, quasi la metà a ottobre. I dati emergono da una stima della Camera di commercio di Milano su dati di Unioncamere Isnart 2009 e 2010, dell'Osservatorio turistico regionale - Unioncamere Lombardia 2011 e dell'Annuario statistico regionale 2010 e 2009.
Tre italiani su quattro sfruttano la vacanza per passeggiare, più della metà ama degustare prodotti tipici mentre oltre uno su tre passa il tempo facendo shopping. Il desiderio di stare a contatto con la natura è la motivazione principale del viaggio per quasi un su tre, anche se la vicinanza al luogo di residenza ed il possesso di una seconda casa sono fondamentali per la scelta della destinazione (rispettivamente per 1 su 10 e 1 su 7). Sono circa il 2% in più coloro che preferiscono visitare posti mai visti rispetto agli abitudinari che ritornano nella solita struttura ricettiva, magari per sfruttare i servizi messi a disposizione per i bambini. Riguardo l'identikit del viaggiatore italiano: viaggiano di più le coppie senza figli (oltre una su tre), seguite dalle famiglie o gruppi di amici con figli grandi (una su cinque) e con bambini fino ai 6 anni (una su sei). Le presenze di turisti italiani nel capoluogo meneghino sono circa il 40% del totale lombardo e nei mesi di settembre e ottobre hanno generato un giro d'affari di circa 180 milioni. Con oltre 3 milioni di presenze annuali (circa un quinto del totale lombardo) la città di Milano è in assoluto il luogo più visitato in Lombardia, seguono il Lago di Garda con oltre 500 mila pernottamenti, Livigno con oltre 400mila presenze.
«Il turismo - ha dichiarato Luigi Maderna, presidente Fiavet Lombardia, Associazione regionale delle agenzie di viaggio aderente all'Unione Confcommercio di Milano - rappresenta un settore importante su cui occorre sempre più puntare per la crescita economica con un impegno condiviso delle istituzioni locali ma anche nazionali per la promozione e la tutela di territori che sono simbolo del Paese. Una opportunità importante arriva dalle vacanze brevi autunnali, un fenomeno in crescita favorito anche dal bel tempo soprattutto nei fine settimana, per una domanda stagionale che può contribuire ad un rilancio e ad un rafforzamento della capacità attrattiva della nostra regione, in questo periodo tra le più gettonate in Italia».