Belgio: sequestrati prodotti dopanti alla Quick Step

Perquisizioni nelle
abitazioni di corridori e tecnici della formazione Quick Step
avrebbero portato al sequestro di prodotti dopanti

Courtrai (Belgio) - Perquisizioni nelle abitazioni di corridori e tecnici della formazione Quick Step avrebbero portato al sequestro di prodotti dopanti. Lo riferiscono media belgi citando fonti della procura di Courtrai. Le perquisizioni avrebbero riguardato una decina di persone. La procura di Courtrai ha convocato una conferenza stampa per fare il punto della situazione. Tom Janssens, portavoce della Procura, ha dichiarato che le perquisizioni, a cui hanno preso parte circa 40 agenti, hanno interessato 13 persone. Per ora, non è stato reso noto il nome di nessun soggetto coinvolto. «È troppo presto per fare i nomi delle persone e per dire quali possano essere i rapporti con società ciclistiche». Nessun commento dal boss della Quick Step, Patrick Lefevre: «Sto andando a Parigi, non so niente e quindi non ho niente da dire».