Belgrado accetta secessione Montenegro

Con il 55,5% dei voti, il popolo di Montenegro ha detto sì all’indipendenza dalla Serbia e alla fine dell’ultimo Stato unitario tra repubbliche ex jugoslave. Lo confermano i dati finali dello spoglio delle schede del referendum di domenica, resi noti ieri dalla commissione elettorale dopo il riconteggio dei verbali di 37 seggi residui (su circa 1.120) contestati dall’opposizione unionista. L’indipendenza sancita dal referendum è stata accettata dal presidente serbo, Boris Tadic, nella prima reazione ufficiale al voto. «Come presidente della Serbia accetto i risultati preliminari ufficiali annunciati dalla commissione», ha detto Tadic. Nel giorno in cui la commissione elettorale ha confermato la vittoria degli indipendentisti il presidente della Serbia-Montenegro, Svetozar Marovic, ha annunciato che si dimetterà la prossima settimana.